Benvenuto Visitatore ( Connettiti | Registrati )


Pagine : (5) [1] 2 3 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Il DIAVOLO...esiste!!!, impariamo a riconoscerlo
 
Gabry
Inviato il: Domenica, 14-Set-2008, 15:22
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Il demonio esiste ed il suo ruolo attivo non appartiene al passato né può essere recluso negli spazi della fantasia popolare.

Il diavolo...infatti...continua ad indurre al peccato proprio oggi.

Per tale ragione l'atteggiamento del discepolo di Cristo e quindi il nostro atteggiamento...di fronte a Satana deve essere di vigilanza e di lotta e non di indifferenza.

La mentalità del nostro tempo purtroppo...ha relegato la figura del diavolo nella mitologia e nel folclore....
IL CAPOLAVORO DI SATANA...NELL'ERA MODERNA...
E' DI NON FAR CREDERE NELLA SUA ESISTENZA.
Di conseguenza non è facile immaginare che satana abbia dato prova della sua esistenza allorquando è stato costretto ad uscire allo scoperto per affrontare Padre Pio in "aspri combattimenti".

Tali battaglie...così come è riportato nella corrispondenza epistolare del venerato frate con i suoi direttori spirituali...erano dei veri e propri combattimenti all'ultimo sangue.



Uno dei primi contatti che Padre Pio ha avuto con il principe del male...
risale al 1906 quando Padre Pio ritornò nel convento di Sant'Elia a Pianisi.

Una notte d'estate non riusciva a prendere sonno per l'afa soffocante.
Dalla stanza accanto gli arrivava il rumore del passo di un uomo che andava su e giù.
"Il Povero Anastasio non può dormire come me" penso Padre Pio.
"Voglio chiamarlo almeno si discorre un pò ".
Andò alla finestra e chiamò il compagno ma la voce gli restò strozzata in gola:
sul davanzale della finestra vicina si affacciò un mostruoso cane.

Così raccontava lo stesso Padre Pio: "dalla porta con terrore vidi entrare un grosso cane...dalla cui bocca usciva tanto fumo.

Caddi riverso sul letto e udii che diceva: "è iss...è isso" - mentre ero in quella postura...vidi l'animalaccio spiccare un salto sul davanzale della finestra..da qui lanciarsi sul tetto di fronte...per poi sparire".

Le tentazioni di satana miranti a far prevaricare il serafico padre si manifestavano in ogni modo.

Il Padre Agostino ci confermava che satana appariva sotto le forme più svariate: "sotto forma di giovinette ignude che lascivamente ballavano...
in forma di crocifisso...sotto forma di un giovane amico dei frati...
sotto forma del Padre Spirituale...o del Padre Provinciale...
di quella di Papa Pio X e dell'Angelo Custode...di San Francesco...
di Maria Santissima...ma anche nelle sue fattezze orribili...con un esercito di spiriti infernali.

A volte non c'era nessuna apparizione ma il povero Padre veniva battuto a sangue...straziato con rumori assordanti...riempito di sputi ecc. .

Egli riusciva a liberarsi da queste aggressioni invocando il nome di Gesù.




Le lotte fra Padre Pio e Satana si inasprivano con la liberazione dei posseduti.

Più di una volta - raccontava Padre Tarcisio da Cervinara - prima di andare via da un corpo di un posseduto...il Maligno ha gridato:
"Padre Pio ci dai più fastidio tu che San Michele".

Ed anche: "Padre Pio...non ci strappare le anime e noi non ti molesteremo".


Ma vediamo come lo stesso Padre Pio descrive nelle lettere inviate ai suoi direttori spirituali...gli assalti di satana.


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
Gabry
Inviato il: Domenica, 14-Set-2008, 15:25
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Lettera a padre Agostino, del 18 gennaio 1912 :"...Barbablù non si vuole dare per vinto. Ha preso quasi tutte le forme. Da vari giorni in qua mi viene a visitare assieme con altri suoi satelliti armati di bastoni e di ordigni di ferro e quello che è peggio, sotto le proprie forme. Chi sa quante volte mi ha gittato dal letto trascinandomi per la stanza. Ma pazienza! Gesù, la Mammina, l'Angioletto, San Giuseppe ed il padre San Francesco sono quasi sempre con me".

(PADRE PIO DA PIETRELCINA: Epistolario I° (1910-1922) a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni - Edizioni "Padre Pio da Pietrelcina" Convento S.Maria delle Grazie San Giovanni Rotondo - FG)




Lettera a padre Agostino del 5 novembre 1912

"Babbo carissimo, anche questa seconda vostra lettera, per permissione di Dio, ha ottenuto la stessa sorte di quella precedente. Son certo che a quest'ora il padre Evangelista vi abbia già tenuto informato della nuova fase di guerra che mi muovono quegl'impuri apostati. Costoro, babbo mio, non potendo vincere la mia costanza nel riferirvi le loro insidie, si sono appigliati a quest'altro estremo, vorrebbero indurmi nelle loro reti col privarmi dei vostri consigli, che voi mi venite suggerendo per mezzo delle vostre lettere, unico mio conforto; ed io a gloria di Dio ed a loro confusione lo sopporterò... - ...Non vi dico poi in che modo mi vanno percotendo quei disgraziati. Certe volte mi sento presso a morire. Sabato mi sembrò che mi volessero proprio finire, non sapevo più a qual santo votarmi; mi rivolgo al mio angelo e dopo d'essersi fatto aspettare per un pezzo eccolo infine aleggiarmi intorno e con la sua angelica voce cantava inni alla divina Maestà. Successe una di quelle solite scenate; lo sgridai aspramente d'essersi fatto così lungamente aspettare, mentre io non avevo mancato di chiamarlo in mio soccorso; per castigo, non volevo guardarlo in viso, volevo allontanarmi, volevo sfuggirlo, ma egli poverino mi raggiunse quasi piangendo, mi acciuffa, finché sollevato lo sguardo, lo fissai in volto e lo trovai tutto dispiaciuto". PADRE PIO DA PIETRELCINA: Epistolario I° (1910-1922) a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni - Edizioni "Padre Pio da Pietrelcina" Convento S.Maria delle Grazie San Giovanni Rotondo - FG)




Lettera a padre Agostino del 18 novembre 1912

..."il nemico non vuole quasi abbandonarmi più, mi bussa continuamente. Egli cerca di avvelenarmi la vita con le sue infernali insidie. Si dispiace sommamente perché io ve le narro. Mi va suggerendo di tralasciare di narrarvi ciò che passa fra me e lui, e mi insinua di narrarvi piuttosto le buone visite; essendo, dice lui, le sole che possono piacervi ed edificare. - ...l'arciprete, reso consapevole della battaglia di quegl'impuri apostati, intorno a ciò che riguarda le vostre lettere, mi consigliò che alla prima vostra lettera che mi fosse pervenuta, l'andassi ad aprire da lui. Così feci nel ricevere la vostra ultima. Ma aperta che l'ebbimo la trovammo tutta imbrattata d'inchiostro. Sarà stata anche questa una vendetta di Barbablù? Non posso mai credere che così l'abbiate spedita, anche perché vi è nota la mia cecaggine. Le lettere scritte in principio sembrano illeggibili, ma dietro che vi ponemmo sopra il Crocifisso si fece un pò di luce tanto da potersi leggere, sebbene a stento..."

PADRE PIO DA PIETRELCINA: Epistolario I° (1910-1922) a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni - Edizioni "Padre Pio da Pietrelcina" Convento S.Maria delle Grazie San Giovanni Rotondo - FG)




Lettera a padre Agostino del 13 febbraio 1913

..."oramai sono sonati ventidue giorni continui che Gesù permette a costoro di sfogare la loro ira su di me. Il mio corpo, padre mio, è tutto ammaccato per le tante percosse che ha contato fino al presente per mano dei nostri nemici. Più di una volta sono giunti a togliermi perfino la camicia e percuotermi in tale stato"...

(PADRE PIO DA PIETRELCINA: Epistolario I° (1910-1922) a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni - Edizioni "Padre Pio da Pietrelcina" Convento S.Maria delle Grazie San Giovanni Rotondo - FG)




Lettera a padre Benedetto del 18 marzo 1913


..."Quei cosacci non cessano di percuotermi e di sbalzarmi alle volta anche dal letto, giungendo fino a togliermi la camicia e percuotermi in tale stato. Ma oramai non mi fanno più timore. Gesù è sempre amoroso verso di me, giungendo fin anche alle volte ad alzarmi da terra ed adagiarmi sul letto..."

(PADRE PIO DA PIETRELCINA: Epistolario I° (1910-1922) a cura di Melchiorre da Pobladura e Alessandro da Ripabottoni - Edizioni "Padre Pio da Pietrelcina" Convento S.Maria delle Grazie San Giovanni Rotondo - FG)




Satana oltrepassò tutti i limiti della provocazione presentandosi a Padre Pio sotto la veste di un penitente. Questa la testimonianza diretta di Padre Pio: "Una mattina, mentre stavo confessando gli uomini, mi si presenta un signore, alto, snello, vestito con una certa raffinatezza e dai modi garbati, gentili. Comincia a confessare i suoi peccati che erano di ogni genere: contro Dio, contro il prossimo, contro la morale. Tutti aberranti! Mi colpì una cosa. Per tutte le accuse, dopo la mia riprensione, fatta adducendo come prova la Parola di Dio, il Magistero della Chiesa, la morale dei Santi, l'enigmatico penitente controbatteva le mie parole giustificando, con estrema abilità e ricercatissimo garbo, ogni genere di peccato svuotandolo di qualsiasi malizia e cercando allo stesso tempo di rendere normali, naturali, umanamente comprensibili tutti gli atti peccaminosi. E questo non solo per i peccati che erano raccapriccianti contro Dio, la Madonna, i Santi - che indicava con perifrasi irriverenti senza mai nominarli - ma anche per i peccati che erano moralmente tanto sporchi e rozzi da toccare il fondo della più stomachevole cloaca. Le risposte che dava di volta in volta alle mie argomentazioni con abile sottigliezza ed ovattata malizia mi impressionavano. Tra me e me mi domandai: chi è costui? Da che mondo viene? Chi sarà mai? E cercavo di fissarlo bene in volto per leggere qualcosa tra le piaghe del suo viso. Nello stesso tempo aguzzavo le orecchie ad ogni sua parola in modo che nessuna di esse mi sfuggisse per soppesarle in tutta la loro portata. Ad un certo momento per una luce interiore vivida e fulgida percepii chiaramente chi era colui che mi stava dinanzi. Con tono deciso ed imperioso gli dissi: "di Viva Gesù, Viva Maria!" Appena pronunziati questi soavissimi e potentissimi nomi, Satana sparì all'istante in un guizzo di fuoco lasciando dietro di se un insopportabile irrespirabile fetore".




Allo stesso episodio è probabilmente rapportabile la seguente testimonianza di don Pierino, un sacerdote figlio spirituale di Padre Pio: "Una mattina Padre Pio confessava, era riservato da due tende. Dal centro dove le tendine non combaciavano perfettamente, riuscivo a vedere Padre Pio. Gli uomini, seguendo le prenotazioni, erano disposti da un lato, tutti in fila indiana. Io dal posto dove mi trovavo, recitavo il Breviario e, a tratti, alzavo lo sguardo per vedere il Padre. Sotto lo stipite della porticina, a destra della Chiesetta, sbucò un uomo robusto, bello, dagli occhi piccoli e neri, capelli brizzolati, dalla giacca scura e pantaloni rigati. Volevo non distrarmi e continuare a recitare il breviario ma una voce interiore mi ingiunse: "Fermati e guarda!" Mi fermai ed osservai. Senza attendere il suo turno, dopo qualche passo avanti e indietro, quell'uomo si fermò proprio davanti alla congiuntura delle tendine e, mentre il penitente si alzava dall'inginocchiatoio per uscire dalle tende, si infilò subito fra di esse rimanendo diritto in piedi, davanti a Padre Pio, che, da quel momento, non riuscii più a vedere. Dopo alcuni minuti, vidi ancora quell'uomo scomparire, a gambe divaricate, sotto il pavimento, mentre sulla sedia, dove era seduto il Padre, non vedevo più Padre Pio, ma Gesù, giovane, biondo e bello, tirato un tantino all'indietro sulla spalliera della sedia, intento a guardare fisso quell'uomo che sprofondava giù. Vidi di nuovo il Padre che, venendo dall'alto, tornava a sedersi al suo posto, mentre le sue sembianze si fondevano con quelle di Gesù; Poi vidi solo il Padre seduto. E subito sentii il suo vocione: "Giovanotti, vi volete sbrigare?" Il fatto passò inosservato agli uomini che attendevano, i quali ripresero subito il turno.



--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
Adv
Adv














Top
 
Gabry
Inviato il: Domenica, 14-Set-2008, 16:23
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Per conquistare il mondo, Satana si è nascosto!


Dice Baudelaire: «Il capolavoro di Satana è di aver fatto perdere le sue tracce e di aver convinto gli uomini che egli non esiste".
Eppure senza la presenza di Satana resta inspiegabile tutto il male che c'è nel mondo, come senza la presenza di Dio resta inspiegabile tutto il bene che c'è.



"Satana, quindi, ha paura solo di essere conosciuto, che si sappia chi egli veramente è. !!!


L'offensiva di Satana ha questo obiettivo: rovinare il progetto di Dio facendo perdere gli uomini per i quali Dio ha tutto creato, si è fatto uomo e si è fatto crocifiggere. Ricordiamo che il Nuovo Testamento ci parla della presenza di Satana così spesso, che per negare Satana bisogna negare tutta la Divina Rivelazione.



Attualmente siamo nel periodo cruciale della storia, cioè in quello del massimo trionfo di Satana.

La Madonna ha detto a Medjugorje:

"L'ora è venuta in cui il demonio è autorizzato ad agire con tutta la sua forza e la sua potenza. Questa è l'ora di Satana".


leggete con attenzione...(sintesi di un libro)
In un esorcismo che riporta Domenico Mondrone nel suo libro “A tu per tu col Maligno” Satana gli dice:

"Non vedi che il suo regno ( di Gesù ) si sgretola e il mio si allarga giorno per giorno sulle rovine del suo?

Provati a fare il bilancio tra i suoi seguaci e i miei...

tra...quelli che credono nelle sue verità e quelli che seguono le mie dottrine...

tra quelli che osservano la sua legge e quelli che abbracciano le mie.
Ancora poco tempo e il mondo cadrà in adorazione dinanzi a me.

Sarà completamente mio.

Pensa alle devastazioni che sto portando in mezzo a voi servendomi principalmente dei suoi ministri ...

Ho scatenato nel suo grégge uno spirito di confusione e di rivolta che mai finora ero riuscito di ottenere.

Avete quel vostro pecoraro vestito di bianco che tutti i giorni chiacchiera...grida.. blatera.

Ma chi lo ascolta? Io ho tutto il mondo che ascolta i miei messaggi é lì applaude e li segue.

Ho tutto dalla mia parte.

Ho le cattedre con le quali ho dato scacco alla vostra filosofia. Ho con me la politica che vi disgrega.

Ho l'odio di classe che vi dilacera.

Ho gli interessi terreni...'ìdeale di un paradiso di terra che vi accanisce gli uni contro gli altri.

Vi ho messo in corpo una sete di denaro e di piaceri che vi fa impazzire e vi sta riducendo in un'accozzaglia di assassini.



Ho scatenato in mezzo a voi...

una sessualità che sta facendo di voi una sterminata mandria di porci.
Ho la droga che presto farà di voi una massa di miserabili larve di folli e di moribondi.

Vi ho portati ad ottenere il divorzio per sgretolare le famiglie.

Vi ho portati a praticare l'aborto con cui fate stragi di uomini prima che nascano. ,Tutto quello che può rovinarvi non lo lascio intentato;

e ottengo ciò che voglio: ingiustizie a tutti i livelli per tenervi in continuo stato di esasperazione;

guerre a catena che devastano tutto e vi portano al macello come pecore; e insieme a questo la disperazione di non potersi liberare dalle sciagure con le quali devo portarvi alla distruzione.

Conosco fin dove arriva la stupidità degli uomini, e la sfrutto fino in fondo.



--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
sweet
Inviato il: Domenica, 14-Set-2008, 21:14
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 878
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 30-Ago-2008



Io non credevo all'esistenza del Diavolo... per me il male era non avere il bene con sè... era il vuoto...
Ma mi sono ricreduta.
E' perfido e maligno e sa come insinuarsi in ciascuno di noi, conosce i nostri punti deboli ed è proprio lì che ci attacca.
Non succede come a Padre Pio che poteva vederlo e sentirlo fisicamente, ma spesso si insinua in noi senza che noi ce ne accorgiamo e ci fa agire come non vorremmo, ci fa sentire cose strane, ci mette confusione, disagio, apprensione... lavora lentamente, giorno dopo giorno, per staccarci da Dio...
A me è successo così, non molti giorni fa... E non me ne rendevo conto.... Finchè parlando con un'amica tutto è apparso chiaro e il nodo che avevo nel cuore si è sciolto...
La preghiera, il parlare con e di Gesù, il combattere contro quello di noi stessi che non ci piace e che non riconosciamo come nostro anche se non sappiamo bene cos'è... è questo secondo me che distrugge il maligno...
Dio è sempre con noi anche quando non lo sentiamo, anche quando il maligno tenta di allontanarci da Lui... e Dio è più forte, ci fa forti di Lui, ci aiuta anche mettendoci vicino le persone che possono farci aprire gli occhi e stimolarci a combattere.. come è successo a me l'altra sera.



--------------------
Buona vita!!
PMEmail PosterAOL
Top
 
Daniele 10
  Inviato il: Giovedì, 18-Set-2008, 02:00
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 105
Utente Nr.: 16
Iscritto il: 07-Set-2008



Cosa mi dite quando preghiamo, ma abbiamo la mente ad altro ed è come che una forza invisibile ti dica di recitare il rosario in fretta per fare quello che ci piace di più?

Adesso capisco ancor di più il perché di certe situazioni apparentemente tragiche... il cielo vuole che in quelle circostanze preghiamo con più energia ed è per questo che anche nella sofferenza c'è del buono, la preghiera appunto. Questo mi sta aiutando ad andare avanti nella sofferenza della malattia di papà. wink.gif
PMEmail PosterMSN
Top
 
Gabry
Inviato il: Giovedì, 18-Set-2008, 13:48
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



caro Daniele...
quelle perfide vocine....che ti invitano a pregare velocemente...o magari ti deconcentrano dandoti pensieri fuorvianti da ciò che stai recitando...
o altre distrazioni che si accavallano nella mente durante le preghiere...
o ti invitano a rimandare il momento di preghiera...
non ti devono avvilire...nè farti demordere dal pregare...

Suor Faustina...ma anche altri santi...spesso lamentavano questi pensieri...
succedeva anche a loro...
é sempre Lui che si diverte...sempre lui...il demonio...

e questo vuol dire che sei vicino a gesù..più di quanto immagini...
e lui di questo non è contento...quindi mette in gioco le sue armi per farti mollare...

Questa è la sua arma vincente...

la gente si professa cristiana...ma quando si parla di preghiera...come gesù vuole...
chissà perchè fugge...o cambia discorso...
incoscia del fatto che comportandosi così...ascolta la voce del diavolo...
e non di gesù...

Quindi caro Daniele...dobbiamo portare a termine le nostre preghiere...
il Signore vede tutto...assiste a tutte queste tentazioni...e sa da dove provengono...
per cui...continuiamo la nostra recita...il nostro dialogo ...
e magari quando arriviamo alla fine...possiamo essere più orgogliosi di noi stessi...soprattutto per aver schiacciato la testa almeno per un attimo a colui che ha provato ad ostacolarci...

Buona preghiera...

gabry


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
sweet
Inviato il: Domenica, 21-Set-2008, 15:06
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 878
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 30-Ago-2008



Importante la tua considerazione caro Daniele... quante volte mi è successo e mi succede... e quante volte ricomincio il Padre Nostro da capo perchè la voce recita ma il pensiero è altrove... finchè arrivo ad arrabbiarmi con me stessa e a demoralizzarmi... forse è proprio quello che il demonio vuole...
E allora mi chiedo... che fare in questi casi??? Continuare a ricominciare la preghiera da capo, recitare senza pensiero, o cosa??


--------------------
Buona vita!!
PMEmail PosterAOL
Top
 
Gabry
Inviato il: Domenica, 21-Set-2008, 17:32
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Io ribadisco...che non bisogna mollare...
ma piuttosto continuare con la preghiera...perseverare ..insistere...
non cedere alle tentazioni...
perchè dal momento..che con queste distrazioni..vi ponete la domanda su cosa fare ..è chiaro che siete tentati di mollare...e se mollate...fate il gioco del diavolo..

quanto al senso della preghiera...vi riporto quanto segue...


"Sia fatta la tua volontà..."
- Eco di Medjugorje n.156

La Madonna, quasi ogni mese ci inviata a pregare.
Questo significa che la preghiera ha un valore grandissimo nel piano di salvezza. Ma qual'è la preghiera raccomandata dalla Vergine?
Come dobbiamo pregare affinché la nostra preghiera sia efficace e gradita a Dio? Don Gabriele Amorth, commentando i messaggi della Regina della Pace in un'assemblea romana, ci aiuta a trovare la risposta ai nostri interrogativi.

"Molti intendono la preghiera così: "dammi, dammi, dammi..." e poi, se non ricevono quello che chiedono, dicono: "Dio non mi ha esaudito!".
La Bibbia ci dice che è lo Spirito Santo che prega per noi con gemiti inenarrabili, per chiedere le grazie di cui abbiamo bisogno.

La preghiera non è il mezzo per piegare la volontà di Dio alla nostra.

E' legittimo che noi preghiamo per quelle cose che a noi sembrano utili,
che vediamo necessarie per noi, però ricordiamoci sempre che la nostra preghiera deve essere subordinata alla volontà di Dio.

Il modello di preghiera resta sempre la preghiera di Gesù nell'orto: "Padre, se è possibile, passi da me questo calice, ma avvenga come vuoi tu, non come voglio io".

Tante volte la preghiera non ci dà quello che noi chiediamo: ci dà molto di più, perché spesso quello che noi chiediamo non è il meglio per noi.

Allora la preghiera diventa il grande mezzo che piega la nostra volontà alla volontà di Dio e fa sì che noi ci uniformiamo ad essa. Molte volte sembra quasi che noi diciamo: "Signore, io ti chiedo questa grazia, spero che sia conforme alla tua volontà, ma dammi questa grazia". Più o meno implicitamente è questo il ragionamento, come se noi conoscessimo ciò che è meglio per noi.
Tornando all'esempio di preghiera di Gesù nell'orto, a noi sembra che questa preghiera non sia stata esaudita, perché il Padre non ha passato quel calice: Gesù ha bevuto fino in fondo; eppure nella lettera agli Ebrei noi leggiamo: "Questa preghiera è stata esaudita". Vuol dire che Dio molte volte esaudisce a modo suo; infatti non esaudito la prima parte della preghiera: "Se è possibile passi da me questo calice", ha esaudito la seconda parte: "...ma si faccia come vuoi tu, non come voglio io", e siccome il Padre sapeva che era meglio per Gesù, per la sua umanità, e per noi che lui patisse, gli ha dato la forza di patire.

Lo dirà con chiarezza Gesù ai discepoli di Emmaus:
"Stolti, non era necessario che Cristo patisse e così entrasse nella sua gloria?", quasi a dire: "L'umanità di Cristo non avrebbe avuto quella glorificazione se non avesse accettato, sopportato la passione", ed era bene per noi perché dalla Resurrezione di Gesù è derivata al nostra resurrezione, la resurrezione della carne.

La Madonna ci esorta anche a pregare in gruppo, in famiglia...
In questo modo la preghiera diventerà fonte di unione, di comunione.
Anche in questo caso dobbiamo pregare per avere la forza di uniformare la nostra volontà alla volontà di Dio;
perché quando siamo in comunione con Dio entriamo in comunione anche con gli altri;
ma se non c'è comunione con Dio, non c'è neppure tra noi".
(don G. Amorth - da registrazione9


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
Daniele 10
Inviato il: Domenica, 21-Set-2008, 22:43
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 105
Utente Nr.: 16
Iscritto il: 07-Set-2008



Adesso vi faccio questa domanda: pensate sia giusto credere all'esistenza del demonio, oppure bisogna fare come per le persone che si definiscono maghe e dicono che esse riescono a levarci la sfortuna di torno... non crederci? unsure.gif
PMEmail PosterMSN
Top
 
Gabry
Inviato il: Domenica, 21-Set-2008, 23:40
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



il titolo di questo post è il Diavolo esiste...

il diavolo esiste perchè c'è lo dice gesù...
il diavolo esiste perchè...ce lo dicono la madonna e i santi...
e il nostro amato Padre pio...ha lottato a sangue...

quindi la fede completa...vera...include questo credo...

tutto ciò che è magia...è occulto...e non ha a che fare nulla con gesù..

Solo chi è lontano da Dio..si rivolge ai maghi...
perchè ha un cuore ...e una mente chiusa...

per cui ...occorre pregare per questa gente...
prega daniele...
prega per il dono della conversione...tuo e di tutti noi...

gabry


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
Daniele 10
Inviato il: Lunedì, 22-Set-2008, 00:12
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 105
Utente Nr.: 16
Iscritto il: 07-Set-2008



E' possibile però che sia dietro a ''proprio tutte'' le cose e i pensieri brutti che facciamo quotidianamente??? blink.gif
PMEmail PosterMSN
Top
 
Daniele 10
Inviato il: Lunedì, 22-Set-2008, 00:15
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Members
Messaggi: 105
Utente Nr.: 16
Iscritto il: 07-Set-2008



QUOTE (Gabry @ Domenica, 21-Set-2008, 23:18)
il titolo di questo post è il Diavolo esiste...

il diavolo esiste perchè c'è lo dice gesù...
il diavolo esiste perchè...ce lo dicono la madonna e i santi...
e il nostro amato Padre pio...ha lottato a sangue...

quindi la fede completa...vera...include questo credo...

tutto ciò che è magia...è occulto...e non ha a che fare nulla con gesù..

Solo chi è lontano da Dio..si rivolge ai maghi...
perchè ha un cuore ...e una mente chiusa...

per cui ...occorre pregare per questa gente...
prega daniele...
prega per il dono della conversione...tuo e di tutti noi...

gabry

Quindi se uno è veramente credende ''non'' deve fare finta che il diavolo non esista e deve ''stare sempre in guardia''???
PMEmail PosterMSN
Top
 
Gabry
Inviato il: Lunedì, 22-Set-2008, 13:04
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Bravissimo Daniele...è proprio così... wink.gif

sempre in guardia...SEMPRE!!!

gabry tongue.gif


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
 
sweet
Inviato il: Lunedì, 29-Set-2008, 14:43
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Members
Messaggi: 878
Utente Nr.: 2
Iscritto il: 30-Ago-2008



Che strano sogno ho fatto stanotte...
Ero seduta ad un tavolo con tante persone ... di fronte a me uno sconosciuto, un uomo di corporatura robusta, a me sconosciuto. Stavamo discutendo su qualcosa, non so cosa, ma eravamo in disaccordo finchè io ho detto "sia lodato Gesù Cristo" e lui "sempre sia lodato" nel sogno ho pensato che il diavolo non pronuncia queste parole ma non ero ancora convinta allora ho iniziato a recitare il Padre Nostro: una frase io, una lui, una io, una lui.. ma non ero ancora convinta allora gliel'ho fatto recitare da solo e lui si è incartato, gli si attorcigliavano le parole in bocca mentre provava a recitarlo ed allora ho capito che avevo ragione ed era il diavolo...

Cosa vorrà dire??? A me ha colpito tanto la mia sicurezza in questo sogno, non avevo paura ma ero determinata a scoprirlo. E mi ha colpito anche il fatto che seguendo me recitava le preghiere ma quando gliel'ho fatto fare da solo non ci è riuscito... come se volesse dire che senza la mia collaborazione lui è distrutto!!


--------------------
Buona vita!!
PMEmail PosterAOL
Top
 
Gabry
Inviato il: Lunedì, 29-Set-2008, 15:34
Quote Post


Administrator
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 3336
Utente Nr.: 1
Iscritto il: 30-Ago-2008



Interpretazione...perfetta!!!!!!!!!!!


puoi imparare a riconoscerlo...e smascherarlo...

sei sulla strada buona sorellina...



2 a 0 per te... biggrin.gif

1 la palestra
2 il sogno biggrin.gif biggrin.gif

gabry


--------------------
Nulla è impossibile a DIO... by gabry
PMEmail PosterUsers WebsiteMSN
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (5) [1] 2 3 ... Ultima » Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 1.5381 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]